Con ogni stagione, l'elenco dei livelli dei campioni di League of Legends prende una svolta drastica. Le scelte non-meta diventano presto la norma della coda da solista, mentre coloro che in precedenza avevano goduto di un alto tasso di scelta diminuiscono drasticamente di priorità.

Con League of Legends Stagione 11, Riot Games ha introdotto nuove Oggetto mitico set insieme a una revisione del sistema del negozio che ha cercato di eliminare il modo in cui l'itemizzazione funzionava in precedenza nel gioco.



Ciò ha portato a molti cambiamenti nel meta, uno dei più importanti è il nascita di Udyr come una delle migliori scelte della giungla nel gioco.

Tuttavia, proprio come la percentuale di vittorie per molte scelte è aumentata, lo stesso per altri campioni di League of Legends è diminuito in modo significativo.

L'elenco di oggi parla di cinque campioni con il peggior tasso di vittorie nella stagione 11 di League of Legends finora, secondo OP.gg .


Campioni di League of Legends con la percentuale di vittorie più bassa nella coda da solista classificata

5) Afelio (45,83%)

Aphelios è sempre stato uno dei migliori portatori di ridimensionamento del gioco (Immagine tramite Riot Games)

Aphelios è sempre stato uno dei migliori portatori di ridimensionamento del gioco (Immagine tramite Riot Games)

La stagione 11 di League of Legends non è stata affatto buona per l'Arma dei fedeli. L'ADC, un tempo molto ambito, è caduto nella lista delle priorità sia dal gioco professionale che dal matchmaking standard a un ritmo piuttosto allarmante.

Aphelios è sempre stato uno dei migliori carry di scalabilità del gioco. Tuttavia, il suo inizio e metà partita è relativamente debole e, poiché le stagioni precedenti consentivano partite più lente, si adattava perfettamente al meta.

Il suo potenziale a fine partita è stato incredibilmente rotto nella stagione 10. Molti lanciatori e analisti hanno inventato lo scherzo di 200 anni di esperienza per fare riferimento alla quantità di danni e ridimensionamento che ha portato più avanti nel gioco mentre completava i suoi picchi di oggetti.

Tuttavia, la Stagione 11 enfatizza maggiormente le schermaglie a inizio partita attorno agli obiettivi, con composizioni a valanga che hanno permesso a scelte come Tristana e Kai'Sa di dominare il meta ADC. E poiché Aphelios impiega così tanto tempo per crescere, non solo è caduto nel meta di League of Legends, ma ha una delle peggiori percentuali di vittorie nella coda da solista classificata.


4) Lilia (44,77%)

Proprio come Aphelios, Lillia era piuttosto popolare nella stagione 10 (Immagine tramite Riot Games)

Proprio come Aphelios, Lillia era piuttosto popolare nella stagione 10 (Immagine tramite Riot Games)

La residente di League of Legends Bambi prenderà il posto numero 4 nell'elenco poiché ha di gran lunga uno dei peggiori tassi di vincita tra tutti i jungler del gioco nella stagione 11.

Proprio come Aphelios, Lillia è stata piuttosto popolare nella stagione 10, e ha visto un discreto tasso di scelta sia nella fase competitiva che nella coda da solista classificata. Tuttavia, fin dall'inizio della stagione 11, è stata messa in ombra da personaggi come Udyr e Hecarim, e Fae Fawn non è così potente come una volta.

Anche se è una delle campioni più mobili in circolazione, è piuttosto morbida e può essere facilmente neutralizzata dalle scelte più aggressive della giungla in League of Legends. È diventato difficile avere un impatto sul gioco con Lillia nella stagione 11, e ora gode sia di un basso tasso di scelta che di un basso tasso di vincita.


3) Nidalee (44,14%)

Gran parte della bassa percentuale di vittorie di Nidalee ha a che fare con quanto sia difficile da eseguire (Immagine tramite Riot Games)

Gran parte della bassa percentuale di vittorie di Nidalee ha a che fare con quanto sia difficile da eseguire (Immagine tramite Riot Games)

È difficile immaginare che un campione come Nidalee possa avere una percentuale di vittorie così bassa nella coda da solista classificata di League of Legends anche quando i suoi oggetti principali di Night Harvester e Lich Bane sono dotati di così tanto potere e danno da scoppio.

Gran parte della bassa percentuale di vittorie di Nidalee ha a che fare con quanto sia difficile da eseguire. È di gran lunga uno dei campioni più difficili da ottenere nel ruolo della giungla, ma coloro che sono abili con le sue meccaniche possono assumere il controllo dei giochi e portare 1v9 se necessario.

Ma proprio come nel caso di Lillia, se Nidalee rimane indietro, allora difficilmente avrà un impatto sul gioco. I rischi con lei sono piuttosto alti e può uscire nella giungla abbastanza rapidamente da personaggi come Udyr e Hecarim.

Nidalee ha visto un discreto tasso di scelta sul palcoscenico competitivo nella stagione 11 di League of Legends, specialmente nella LCK. Tuttavia, questo era solo con la scelta Renekton nella corsia superiore o centrale, poiché ciò aiuta a facilitare la sua presenza nelle corsie da solista all'inizio.


2) Azir (43,95%)

Azir è sempre stato uno dei campioni più difficili da padroneggiare in League of Legends (Immagine tramite Riot Games)

Azir è sempre stato uno dei campioni più difficili da padroneggiare in League of Legends (Immagine tramite Riot Games)

Anche l'Imperatore Shurimano è caduto in potere e priorità una volta che la Stagione 11 è stata pubblicata, e da allora non si è ripreso più di tanto.

Azir è sempre stato uno dei campioni più difficili da padroneggiare in League of Legends. Aveva solo una priorità di scelta molto alta nel gioco professionale, mentre vedeva la luce del giorno solo nei livelli più alti della coda in solitaria classificata.

Non molti si sono presi la briga di giocarlo nei ranghi inferiori, ma anche se la sua priorità di scelta era bassa, Azir aveva una percentuale di vittorie decente prima della Stagione 11. Tuttavia, i nuovi set di oggetti non stanno andando molto bene per i maghi di controllo, e Azir non lo è. altrettanto potente anche se ha ancora un buon ridimensionamento a fine partita.

È molto deludente durante la prima e la metà del gioco, e i campioni di assassini mobili possono facilmente spegnerlo.


1) Puro (43,82%)

The Rogue Mage fa ancora bene sulla piattaforma competitiva (Immagine tramite Riot Games)

The Rogue Mage fa ancora bene sulla piattaforma competitiva (Immagine tramite Riot Games)

Ryze è una potenza di fine partita, ma proprio come Aphelios, per lui raggiungere in sicurezza le fasi successive del gioco e raggiungere quei picchi di potenza richiede molto tempo.

Può essere spento durante la fase in corsia in più di un modo, e sebbene il Rogue Mage riesca bene sulla piattaforma competitiva, la sua percentuale di vittorie in coda da solo è la più bassa tra tutti i campioni del gioco.

E anche se ha ricevuto alcuni buff in Patch di League of Legends 11.11 , non è stato in grado di aiutarlo molto in termini di concessione della priorità di corsia durante il segno di metà partita.

Ha ancora bisogno di una discreta quantità di lavoro di squadra per allenarsi con successo nel gioco, poiché è altrettanto prezioso a bordo campo quanto nei combattimenti di squadra a fine partita. La mancanza di coesione di squadra nella coda da solista di League of Legends è un altro motivo per cui Ryze non riesce ad avere un impatto nel gioco.