vaquita-2

Una recente ricerca stima che nel mondo siano rimasti meno di 20 individui di una specie rara di focena, in parte a causa dell'elevata domanda di vescica natatoria in Cina.





La totoaba, un pesce di grandi dimensioni che si trova solo nel Golfo della California in Messico, è apprezzata per la sua vescica natatoria, che viene utilizzata nelle zuppe cinesi e si ritiene abbia proprietà curative. Ma le enormi reti utilizzate per catturare la totoaba intrappolano e uccidono involontariamente anche altre vittime, comprese le vaquitas, che sono attualmente i mammiferi più a rischio di estinzione al mondo.

piccola mucca

Immagine: Paula Olson, NOAA

Dato il loro status di pericolo, la pesca sia di vaquitas che di totoaba è illegale. Anche la pesca con le reti da posta - enormi muri di rete che cadono sott'acqua e intrappolano i pesci per le branchie - è stata vietata in alcune parti del Golfo di California. Questo, insieme ai sussidi per i pescatori che non possono più usare le reti da imbrocco, può essere l'unica speranza di salvare le vaquitas.



Sfortunatamente, le vesciche natatorie di totoaba continuano a raccogliere migliaia di dollari sul mercato nero, il che significa che la pesca illegale con reti da posta rimane un'attività allettante per alcuni. In effetti, non è raro che una singola vescica natatoria venga venduta per più di $ 10.000.



vaquita-1

Nella cultura cinese, la vescica natatoria o 'fauci di pesce' viene mangiata per una serie di benefici, tra cui una pelle migliore e una migliore fertilità. Le famiglie ricche li raccolgono persino come investimenti finanziari.



I Totoaba hanno sostituito il bahaba cinese, un altro pesce simile che veniva utilizzato come fonte di vesciche natatorie ma è sull'orlo dell'estinzione. Nessuno sa esattamente quanti totoaba sono rimasti, ma è chiaro che se il bracconaggio con reti da imbrocco continua, le vaquitas potrebbero estinguersi completamente entro pochi anni.

Video:



GUARDA IL PROSSIMO: Le più terrificanti creature del mare profondo mai scoperte