Per la maggior parte dell'ultimo decennio, CD Projekt Red è stato uno degli studi più amati del genere AAA, con successi consecutivi in lo stregone franchise e il recente Cyberpunk 2077 .

Sebbene non sia privo di una serie di problemi, Cyberpunk 2077 è un gioco di ruolo eccezionalmente ambizioso con una rinfrescante interpretazione della formula del mondo aperto. C'è stata una certa tendenza tra i titoli open world, con un'ossessione per 'più grande uguale a meglio' che traspare a picche.





Tuttavia, l'approccio di Cyberpunk 2077 alla mappa del suo mondo aperto varia notevolmente da quello visto anche nel titolo precedente dello studio, The Witcher 3: Wild Hunt.

Finora, CD Projekt Red non ha rivelato numeri specifici sulla dimensione della mappa, ma ha fatto delle elusioni sul fatto che sia leggermente più piccola di quella di The Witcher 3 in termini di dimensioni pure.



Cyberpunk 2077 vs The Witcher 3: Confronto mappe

#1 Differenza di tono e architettura

Città di notte

Night City in Cyberpunk 2077 è incredibilmente densa di tonnellate di contenuti racchiusi in ogni angolo

Night City in Cyberpunk 2077 è incredibilmente densa di tonnellate di contenuti racchiusi in ogni angolo



La futuristica e distopica Night City di Cyberpunk 2077 è in completo contrasto con l'ambientazione medievale di The Witcher 3 in The Continent. A parte l'ovvia raffinatezza dell'architettura, il mondo di Night City cerca di riflettere un paesaggio urbano che è al limite insalubre e a malapena sostenibile.

Di conseguenza, a volte Night City può sembrare quasi soffocante, con aree ed edifici densamente popolati che quasi si fondono l'uno nell'altro. I grattacieli dominano le aree del centro e luoghi come Pacifica riflettono davvero la desolante prospettiva distopica di Cyberpunk 2077.



Detto questo, ci sono aree come le Badlands che sono considerevolmente più aperte, con ampi spazi liberi per girovagare.

Il continente



La mappa di The Witcher 3 è suddivisa in aree separate del mondo aperto (Immagine tramite The Witcher Wiki Fandom)

La mappa di The Witcher 3 è suddivisa in aree separate del mondo aperto (Immagine tramite The Witcher Wiki Fandom)

Innanzitutto, la mappa di The Witcher 3: Wild Hunt, sebbene sia un'ambientazione a mondo aperto, non è una mappa coesa che combina aree diverse.

Invece, le località principali del gioco, Velen, Cittanova, il Palazzo Reale di Vizima e Skellige, costituiscono la maggior parte della mappa e sono separate da schermate di caricamento.

La mappa si arricchisce ulteriormente con l'aggiunta di nuove aree nei DLC, Blood & Wine e Hearts of Stone.

Il giocatore può viaggiare in queste aree attraverso Fast Travel ed esplorare questi mondi aperti a loro piacimento. Le aree sono vaste e sono cosparse di ogni sorta di dettagli affascinanti.

Il periodo di tempo in cui è ambientato The Witcher 3 non richiede strade strette e può permettersi di includere vaste distese di terra senza edifici o architettura in vista. Di conseguenza, The Witcher 3 può permettersi di espandere le dimensioni della mappa consentendo spazi più aperti come campi e valli.

#2 Interni

Gli interni in Cyberpunk 2077 sono a volte vasti e costantemente ben dettagliati

Gli interni in Cyberpunk 2077 sono a volte vasti e costantemente ben dettagliati

Night City prende davvero vita all'interno poiché Cyberpunk 2077 si concentra fortemente sull'arricchimento degli interni della città. Gli sviluppatori di CDPR hanno continuato a sottolineare, prima del lancio, che Night City non si estende solo orizzontalmente ma anche verticalmente.

Ciò significa che gli interni di Cyberpunk 2077 contengono anche molti dettagli interessanti e sono esplorabili, proprio come gli esterni.

Mentre orizzontalmente, la mappa potrebbe essere un po' più piccola di quella di The Witcher 3, se si prendono in considerazione gli interni (come dovrebbero essere), la scala e le dimensioni di Cyberpunk 2077 eclissano The Witcher 3 a passi da gigante.