Destino 2 PvP è da molto tempo sotto osservazione di Bungie. Con il ritorno delle Prove da Season of the Worthy, la modalità competitiva PvP di fine gioco è stata oggetto di controversie.

A parte le modalità di gioco, anche le armi multiple hanno subito innumerevoli modifiche solo per bilanciarsi nel modo giusto contro altri Guardiani all'interno del PvP. Questi cambiamenti sono solo la punta dell'iceberg, come la nuova sottoclasse 'stasi' ha visto enormi nerf per tutte e tre le classi.





In vista della vetrina di questo mese, volevo prendermi un po' di tempo per parlare di Destiny PVP.

— Joe Blackburn (@joegoroth) 4 agosto 2021

Tuttavia, Joe Blackburn, assistente alla regia di Destiny 2, ha twittato un enorme thread che spiega e conferma molte cose in arrivo per il futuro di Destiny 2 Crucible.




Modifiche PvP confermate finora in arrivo in Destiny 2 Witch Queen

Il vicedirettore di Destiny 2, Joe Blackburn, è andato su Twitter per confermare la maggior parte dei cambiamenti PvP provenienti dall'espansione Witch Queen.

Ha aggiunto che il team dietro la gestione del PvP di Destiny 2 ha lavorato sui cambiamenti nell'ultimo anno e che la stagione in corso ha già visto risultati, come Stasis Nerfs, Weapon meta shifts e Reputation change.



La prossima stagione, continuerai a vedere questo sforzo non solo con le modifiche al picco 3, ma anche con ciò che il team ha pianificato per il rinnovamento di Prove di Osiride (sintonizzati il ​​24 agosto per maggiori informazioni).

— Joe Blackburn (@joegoroth) 4 agosto 2021

La prossima stagione di Destiny 2 vedrà un cambiamento nelle tre sbirciate all'interno delle attività del Crogiolo e importanti cambiamenti che coinvolgono le rinnovate Prove di Osiride. Maggiori dettagli su quest'ultimo verranno rivelati il ​​24 agosto durante la presentazione in live streaming di Bungie.



1) Mappe PvP e modalità di gioco

A parte le poche mappe attuali nel pool di Destiny 2 PvP, Bungie aggiungerà nuove mappe insieme a nuove modalità di gioco.

Non è ancora stato annunciato se queste modalità di gioco avranno un matchmaking basato sull'abilità e un vantaggio sul livello di potenza.



Oltre alle nuove mappe, Joe Blackburn ha anche annunciato il ritorno di due mappe a volta nel pool PvP di Destiny 2. I nomi di queste mappe dei rimpatriati sono ancora sconosciuti.


2) Mappa di Destiny 1 in Witch Queen

La regina delle streghe l'espansione vedrà l'apertura di un paio di mappe di Destiny 2, insieme al ritorno di una mappa PvP di Destiny 1. Bungie sta ancora lavorando per far funzionare le vecchie mappe con il nuovo motore di Destiny 2.

Infine, dopo che queste 3 mappe saranno state aggiunte alla rotazione in 16 e 17, rimasterizziamo una mappa di Destiny 1 e la porteremo su Destiny 2 per la prima volta nella stagione 18.

— Joe Blackburn (@joegoroth) 4 agosto 2021

Non è ancora noto se questa mappa verrà aggiunta al roster dalla stagione 16 o successiva.


3) Il ritorno della modalità di gioco Rift in Destiny 2

La modalità di gioco Rift nel Crogiolo sarà un remake dell'attività PvP preferita dai fan di Destiny 1.

Il Rift richiede un Guardiano per ogni squadra per consegnare una 'Spark' alla base nemica entro la durata di 75 secondi. In caso contrario, si verificherà un'esplosione e i Guardiani non saranno in grado di utilizzare nessuna delle loro abilità eccetto le loro armi.

Innanzitutto, il team sta indagando su come ottenere Rift in Destiny 2 il prossimo anno. È passato troppo tempo da quando abbiamo inzuppato alcuni guardiani. Destiny Sandbox è stato accelerato in Destiny 2, quindi in questo momento il team sta confermando che la modalità regge ancora con il nostro nuovo gameplay.

— Joe Blackburn (@joegoroth) 4 agosto 2021

Ogni Spark si genererà dopo 20 secondi di deposito, garantendo 800 punti per la distruzione della spaccatura del nemico e 100 punti per ogni checkpoint, fino a 500 punti. La prima squadra a raggiungere i 20.000 punti vincerà la partita.

Un modo per ritenermi responsabile guardando la nostra pagina delle carriere. Cerchiamo artisti dell'ambiente, designer del gioco, artisti dell'illuminazione e altro ancora per migliorare il nostro output pvp. Sappiamo che vuoi più Destiny e ci impegniamo a far crescere il team che lo renderà possibile.

— Joe Blackburn (@joegoroth) 4 agosto 2021

Infine, l'assistente alla regia di Bungie ha aggiunto che Bungie avrebbe reclutato persone per le arti ambientali, i design di gioco e le arti lampo per aiutare a migliorare l'output PvP in Destiny 2.