Recentemente a FandomSpot uno studio sui guadagni dei professionisti di Esports più pagati ha rivelato alcuni dati interessanti su quanto guadagnano i migliori giocatori. La stragrande maggioranza dei primi 100 giocatori pagati proviene da DOTA 2. Ecco uno sguardo a quanto guadagnano questi giocatori e da dove provengono i loro soldi.

Negli ultimi dieci anni, il premio in denaro di Dota 2 ha creato 63 milionari.

Insieme hanno vinto ~$150 milioni. Questo è il 67% di tutti i premi in denaro mai vinti in Dota 2.

57/63 hanno almeno un piazzamento tra i primi 4 in un TI.

Quelli che non lo fanno: Ramzes, Solo, Pasha, Noone, Rodjer, Fata.

— Anthony Hodgson (@scantzor) 4 febbraio 2020

I migliori guadagni provengono tutti da DOTA 2

Tutti i primi 5 giocatori più pagati hanno fatto i loro soldi attraverso DOTA 2, il sequel di Valve della popolare mod Warcraft 3 che ha lanciato i MOBA nel mainstream. Tuttavia, DOTA 2 non supportava solo tutti i primi 5 giocatori, era il gioco principale giocato da 67 dei primi 100 professionisti di eSport più pagati, rendendolo di gran lunga il gioco più rappresentato in questa classifica.

I prossimi giochi più rappresentati sono stati Counterstrike: offensiva globale con 14 giocatori e Fortnite con 13, mentre Call of Duty: Modern Warfare, League of Legends e Shadowverse avevano solo 2 giocatori tra i primi 100 ciascuno.

La presenza di DOTA 2 tra i professionisti di eSport più pagati è interessante considerando che League of Legends, il suo principale concorrente, ha spesso fino a quattro volte il numero di giocatori attivi.

Una delle ragioni principali dietro questo è perché DOTA 2 ha un modo unico di finanziare una parte significativa dei suoi montepremi. Gli acquisti di Battle Pass in DOTA 2 contribuiscono direttamente ai principali premi dei tornei, il che ha portato DOTA 2 ad avere i montepremi più grandi di qualsiasi eSport contemporaneo.

Premio in denaro per gli eSport 2019 (USD, milioni)

1. Fortnite — $ 64,4
2. Dota 2 - $ 46,7
3. CS: VAI — $21.1
4. PUBG - $ 12,7
5. Sorveglianza — $ 9,1
6. League of Legends — $ 9.0
7. MTGA - $ 8.9
8. Call of Duty — $6.5
9. Arena del valore - $ 5.8
10. Rainbow Six Siege — $ 4.1

Fonte: @esportsobserved

— Roundhill Investimenti (@roundhill) 20 gennaio 2020

Mentre i migliori giocatori fanno un sacco di soldi, i numeri scendono rapidamente

Può essere facile per gli aspiranti essere accecati dai guadagni più alti in qualsiasi professione, ma soprattutto con gli eSport. Scoprire che qualcuno ha guadagnato milioni giocando è sbalorditivo, ma ciò non significa necessariamente che chiunque possa guadagnare quel tipo di pagamento.

Più o meno allo stesso modo in cui qualcuno che gioca a football al liceo non dovrebbe aspettarsi di diventare l'atleta più pagato della NFL, scoprire che un giocatore di DOTA 2 ha guadagnato oltre $ 3 milioni nel 2019 non significa che sia possibile per chiunque Fai quello.

Può essere più difficile vedere cosa separa i migliori giocatori del mondo dai giocatori più medi quando si tratta di eSport. Con gli sport fisici (psports, se vuoi), puoi vedere con i tuoi occhi quanto è grande, veloce e forte una persona. Ma guardando qualcuno giocare a un eSport spesso non sei in grado di vedere tutto il processo decisionale necessario per diventare il migliore, e spesso sei rimasto solo a vedere la velocità di un giocatore.

Mentre i primi 100 professionisti di eSport più pagati hanno tutti guadagnato una considerevole quantità di denaro, solo i primi 3 hanno guadagnato oltre $ 6 milioni e i numeri sono scesi sotto i $ 2 milioni dopo i primi 29. Questi sono tutti numeri ancora molto alti, e certamente tutti questi i giocatori sono abbastanza felici di aver guadagnato tanto quanto hanno fatto, ma trascura di mostrare i milioni di giocatori che hanno cercato di fare e non l'hanno fatto, oi milioni che giocano professionalmente ma devono ancora lavorare per sbarcare il lunario.

Ma…

Se vuoi davvero provare a diventare un professionista degli eSport, non dovresti pensare che qualcuno stia cercando di scoraggiarti. Invece, dovresti essere aperto a tutte le informazioni disponibili e capire che diventare un professionista in qualsiasi cosa non è un compito facile.

Se credi davvero di avere una possibilità, allora potresti anche provarci.