È una scena che sembra uscita da un film dell'orrore: braccia striscianti e raccapriccianti appaiono lentamente dall'oscurità, aggrappandosi alla Medusa, un sistema di telecamere invisibili utilizzato dai ricercatori per la spiegazione dell'oceano.

Ma questo non è un mostro. Ciò che i ricercatori hanno catturato dalla telecamera è stato un calamaro gigante giovanile stimato essere alto almeno 12 piedi nel Golfo del Messico. A rendere questo ancora più sorprendente è il fatto che questa è solo la seconda volta che un calamaro gigante è stato ripreso dalla telecamera nella storia dell'esplorazione oceanica.



La Medusa è stata progettata specificamente per catturare filmati di creature marine che potrebbero essere troppo timide o intelligenti per nuotare fino a un veicolo telecomandato (ROV). Invece della normale luce bianca brillante sui ROV, la Medusa utilizza luci rosse invisibili a molti organismi di acque profonde.

Il calamaro è stato catturato dalla spedizione Journey into Midnight profonda 759 metri. Non appena i ricercatori di Journey to Midnight hanno individuato la creatura, hanno chiesto conferma a Michael Vecchione, zoologo dell'Amministrazione Nazionale Oceanica e Atmosferica ed esperto di polpi e calamari. Vecchione è riuscito a identificare la creatura come un calamaro gigante.

'La nostra prospettiva in quanto esseri umani è cambiata', afferma Edie Widder, CEO e Senior Scientist diOcean Research & Conservation Association (ORCA). 'Quelli che una volta erano mostri da temere ora sono creature curiose e magnifiche che si dilettano. Ci piace sentire che la scienza e l'esplorazione hanno portato a questo cambiamento, rendendo il mondo meno spaventoso e più meraviglioso con ogni nuova cosa che impariamo '.

Guarda il video:



Guarda questo filmato di un calamaro gigante ripreso da un subacqueo in Giappone alcuni anni fa:

GUARDA SUCCESSIVO: Creature più strane girate sotto piattaforme petrolifere