Immagine: Heinrich Harder, Wikimedia Commons

Gli ittiosauri a lungo sottovalutati stanno ora ottenendo i riflettori che meritano- grazie a recenti impegni scientifici.

Il paleontologo Valentin Fischer dell'Università di Liegi, in Belgio, sta aprendo la strada alla ricerca sugli ittiosauri da collezioni fossili intatte nei musei, invece che sul campo. Il suo team ha fatto alcune scoperte sorprendenti su questi misteriosi predatori all'apice del mare.



In precedenza erano state identificate solo circa 80 specie di ittiosauro, ma recentemente ne sono state aggiunte altre 20-30 al registro, evidenziando una diversità unica. Alcuni somigliavano ad anguille mentre altri erano grandi quanto le più grandi balene moderne.

Gli ittiosauri erano i mostri marini del mare durante l'era mesozoica, quando i dinosauri dominavano la terra. Il loro aspetto più sorprendente è stato un'impressionante transizione evolutiva da rettile terrestre ad animale completamente acquatico.

Immagine: Wikimedia Commons

La ricerca ha indicato che gli ittiosauri sono endemici di ciò che è attualmente la parte orientale della Cina meridionale , una rivelazione che collega con successo molti membri acquatici ad antenati terrestri a causa di alcuni tipi di vegetazione costiera. I reperti fossili mostrano che hanno deviato da altri rettili prima della divisione evolutiva tra lepidosauri e archosauri.

Un'altra delle scoperte più accentuate di Fischer è un collegamento teorizzato tra il cambiamento climatico e l'estinzione degli ittiosauri, con cui molti scienziati concordano.

“[Il cambiamento climatico] è un'ipotesi molto migliore di qualsiasi altra proposta finora. Corrisponde a ciò che sappiamo sul rischio di estinzione nei grandi predatori oggi ', ha dichiarato Erin Maxwell , un paleontologo presso il Museo statale di storia naturale di Stoccarda in Germania.

Le fluttuazioni di temperatura possono essere sempre più correlate con periodi di estinzione di massa degli ittiosauri, che servono come prova per la teoria.

Sebbene siano necessarie ulteriori ricerche, gli antichi ittiosauri stanno finalmente ottenendo l'attenzione scientifica che meritano.

Immagine: Nobu Tamura, Wikimedia Commons