Lo stalking, sia online che fisico, è stato un problema in continua crescita nel mondo dello streaming di videogiochi.

Come ogni forma di celebrità virtuale, le personalità di spicco dello streaming (specialmente le donne) hanno visto la loro giusta dose di minacce. E ieri, la famosa streamer di League of Legends Twitch Janet 'xChocoBars' Rose è andata su Twitter per parlare del problema di stalking che ha dovuto affrontare.





Penso spesso a come proverò a morire per mano del mio stalker e nessuno può farci niente finché non accadrà davvero So che è pesante parlarne ma se succede spero che la mia morte significhi qualcosa e aiuti a proteggere gli altri creatori di situazioni simili

— xChocoBars (@xChocoBars) 24 agosto 2020

Lei scrisse:



'Penso spesso a come morirò probabilmente per mano del mio stalker e nessuno può farci niente finché non accadrà davvero. So che è pesante parlarne, ma se succede spero che la mia morte significhi qualcosa e aiuti a proteggere altri creatori da situazioni simili.'
Crediti immagine: xChocoBars

Crediti immagine: xChocoBars

A prima lettura, potrebbe sembrare uno scherzo, poiché il modo in cui è stato scritto era così 'dato di fatto' che non poteva essere vero.



Tuttavia, in un tweet successivo di Jeremy 'Disguised Toast' Wang, uno streamer di YouTube molto popolare, gran parte della confusione è stata chiarita. È stato rivelato che xChocoBars ha a che fare con un grave problema di stalking.

Disguised Toast e xChocoBars hanno avuto una relazione fino a gennaio, quando i due streamer hanno deciso di separarsi.



Janet si occupa di questo da oltre 2 anni.

È andata dalle autorità, ha parlato con gli avvocati - le risposte si riducono sempre a: non possiamo fare nulla a meno che non commetta un crimine nonostante la schiacciante quantità di prove.

Mi dispiace che tu abbia ancora a che fare con questo.

— Brindisi travestito (@Toast travestito) 25 agosto 2020

Toast travestito ha risposto in un tweet:



'Janet si occupa di questo da oltre 2 anni. È andata dalle autorità, ha parlato con gli avvocati - le risposte si riducono sempre a: non possiamo fare nulla a meno che non commetta un crimine nonostante la schiacciante quantità di prove. Mi dispiace che tu abbia ancora a che fare con questo.'

La frase: 'Non possiamo fare nulla a meno che non commetta un crimine' è piuttosto allarmante, e dimostra semplicemente che gli streamer che vengono perseguitati non possono fare nulla per le molestie che stanno affrontando.

Tuttavia, vedendo i commenti che sta ottenendo il suo tweet, possiamo almeno dire che xChocoBars ha il supporto della più ampia comunità di gioco.

Stalking di streamer: un duro promemoria dell'incidente di 'Sweet Anita'

Crediti immagine: dolce Anita

All'inizio di luglio, un'altra star di Twitch, Sweet Anita, si è fatta avanti con un problema simile, in cui veniva continuamente pedinata online.

sto cercando di inviare un messaggio @contrazione sul mio stalker per vedere se possono fornire alla polizia informazioni chiave, ma hanno smesso di rispondermi. Ho un disperato bisogno di aiuto, non posso continuare a vivere così.

— Dolce Anita (@Tweet4nita) 21 luglio 2020

È persino arrivata a contattare Twitch per trovare una soluzione al problema. Il suo tweet diceva:

'Sto cercando di inviare un messaggio a @twitch sul mio stalker per vedere se possono fornire alla polizia informazioni chiave, ma hanno smesso di rispondermi. Ho un disperato bisogno di aiuto, non posso continuare a vivere così.'

Sebbene alla fine Twitch abbia ascoltato le richieste dello streamer, ci è voluto un contraccolpo della comunità contro la piattaforma per convincerli a farlo.