Immagine: woggle, Flickr

Un team di scienziati in una regione protetta delle Bahamas ha partecipato a un evento sbalorditivo: la nascita di un giovane pesce sega, una specie rara a rischio di estinzione.

I pesci sega sono noti come squali carpentiere e hanno corpi simili a raggi caratterizzati in modo più prominente da estensioni frontali del naso rivestite su entrambi i lati da dentelli sporgenti orizzontalmente simili a denti, attribuendo la somiglianza a una sega. Questo sviluppo anatomico è chiamato rostro, utilizzato sia come meccanismo offensivo che difensivo per la sopravvivenza.



Tutte le specie di pesce sega sono elencate dalla IUCN come a rischio di estinzione o in pericolo di estinzione e risiedono solo nelle acque intorno all'Australia settentrionale e alla costa atlantica della Florida. La distruzione degli habitat a causa della pesca eccessiva e l'uccisione intenzionale di questi animali per il commercio illegale del loro rostro sono attribuiti alla diminuzione delle popolazioni.

Gli sforzi di conservazione hanno portato alla creazione di zone protette per il pesce sega, tra cui il Parco nazionale delle Everglades, il Ten Thousand Island National Wildlife Refuge e il West Side National Park alle Bahamas.

Immagine: Flavia Brandi, Flickr

Il dottor Dean Grubbs, ecologo della Florida State University, e il suo team identificano e taggano regolarmente i pesci sega che abitano le acque dell'area del West Side. Durante una spedizione all'inizio di questa settimana, stavano etichettando un pesce sega quando si sono imbattuti in un evento straordinario: la femmina adulta era in procinto di partorire.

Il piccolo pesce sega scivola fuori dalla parte inferiore del corpo della femmina, prima i rostri - i denti frastagliati inizialmente rivestiti di una sostanza gelatinosa che protegge i tessuti della madre dalle lesioni e si dissolve entro la prima settimana di vita.

Il team ha partecipato attivamente alla consegna di cinque cuccioli di pesce sega, contrassegnandoli di conseguenza per l'identificazione e per scopi di conservazione futuri. La madre e i cuccioli sono stati poi rilasciati di nuovo in acqua.

Questo evento è stato il primo parto di pesce sega mai incontrato in natura.