Epic Games ha nuovamente bandito FaZe Jarvis da Fortnite dopo che il diciannovenne ha provato di recente lo streaming del gioco.

FaZe Jarvis ha twittato che è passato quasi un anno da quando è stato bandito in modo permanente da Fortnite e ha aggiunto che avrebbe trasmesso il gioco pubblicamente per la prima volta dopo il divieto.





È passato quasi un anno da quando Epic mi ha bandito.

Stasera alle 18:00 PST sto giocando a Fortnite per la prima volta su Twitch. Ci vediamo lì.

- FaZe Jarvis (@liljarviss) 11 settembre 2020

Jarvis ha twittato che avrebbe trasmesso di nuovo Fortnite in streaming, provocando molto scalpore nella comunità di gioco e provocando essenzialmente Epic Games. Lo stream aveva tutte le informazioni sullo schermo oscurate in un apparente tentativo di impedire a Epic Games di vietare il suo account Fortnite.




FaZe Jarvis viene nuovamente bandito da Fortnite

Ci sono voluti circa 15 minuti prima che Jarvis fosse nuovamente bandito dal vivo in streaming. Era nel bel mezzo di una partita ed è stato improvvisamente disconnesso dal suo account ed è stato ritirato.

Jarvis non è mai stato sbannato da Fortnite da Epic Games e nessuno è davvero sicuro di cosa si aspettasse dallo stream. SypherPK ha avuto la sua reazione e stava chiaramente guardando quando ha twittato:



Jarvis ha provato a giocare a Fortnite e ha bloccato il suo nome utente. Non è nemmeno arrivato a metà partita prima che Epic lo bandisse di nuovo

— SypherPK (@SypherPK) 12 settembre 2020

L'acrobazia di Jarvis stava guadagnando un sacco di trazione e attirando l'attenzione dell'intera community di Fortnite. Non c'è da stupirsi perché c'era una confusione totale intorno all'evento.



Anche Benjyfishy è stato chiaramente stupito dalla situazione mentre twittava:

STRAPPA IL GRANDE JARVIS



— benjyfishy (@benjyfishy) 12 settembre 2020

FaZe Jarvis ha messo in scena lo streaming?

Ci sono molti che ora credono che il flusso fosse una trovata pubblicitaria, e per una buona ragione. Il motivo principale è che quando Jarvis è stato bandito da Fortnite, è stato portato alla schermata di logout. In altre parole, è probabile che qualcuno abbia effettuato l'accesso al suo account su un altro dispositivo anziché che l'account sia stato effettivamente bannato.

Un altro motivo importante è la scena successiva al presunto divieto. Jarvis saltò in giro eccessivamente eccitato e sembrava compensare eccessivamente la sua sorpresa. Subito dopo, un uomo con una telecamera, che sta chiaramente registrando, ha interrotto Jarvis, dicendo che il suo manager aveva bisogno che lo streaming venisse interrotto. L'intera conversazione sembrava conveniente e mal recitata.

Dopo il suo ban da Fortnite circa un anno fa, Jarvis non è stato necessariamente lo stesso. È stato bandito per aver registrato video di YouTube in cui ha utilizzato un bot di mira per ottenere uccisioni e vincere partite, il che è stata una chiara violazione dei termini di servizio. C'è stata una grande spinta per sbloccare il giovane giocatore di Fortnite, ma alla fine non ne è venuto fuori nulla.

Ora, molti credono che l'intero stream su Fortnite sia stato una trovata pubblicitaria per riportare Jarvis sotto i riflettori. Che fosse vero o meno, ha creato un vero ronzio attorno al suo nome.

Jarvis lowkey spingendolo con epico.

— TNA Reverse2k (@Reverse2k) 12 settembre 2020