Fonte: La tutela della natura

Il cambiamento climatico sta plasmando la Terra in modi nuovi e spesso devastanti poiché il pianeta si riscalda più rapidamente che mai. Per gli animali, il riscaldamento delle temperature significa che saranno costretti a trovare nuove case man mano che i loro habitat attuali diventano invivibili.

Ma questi movimenti di massa possono essere difficili da visualizzare, cioè finché non li vedi questa incredibile mappa delineando probabili percorsi di migrazione per quasi 3.000 specie di mammiferi, uccelli e anfibi nel Nord e Sud America.



I ricercatori di The Nature Conservancy hanno tracciato i percorsi di ciascuna specie utilizzando proiezioni climatiche e modelli di movimento da un paio di studi pubblicati su 2013 e 2016 . La mappa animata mostra come gli animali viaggeranno verso nord e lontano dall'equatore, evitando ostacoli significativi causati dallo sviluppo umano, come autostrade, fattorie agricole e infrastrutture urbane.

Fonte: La tutela della natura

I mammiferi sono rappresentati sulla mappa da frecce rosa, mentre gli uccelli sono blu e gli anfibi sono gialli.

Come mostrano le animazioni, centinaia di specie probabilmente convergeranno in alcuni punti chiave mentre si dirigono verso pascoli più verdi. Questi percorsi suggeriscono che c'è ancora speranza per gli animali di trovare nuovi habitat e sopravvivere, nonostante le sfide senza precedenti che devono affrontare a causa delle barriere artificiali.

Fonte: La tutela della natura

Negli Stati Uniti, ad esempio, i monti Appalachi sulla costa orientale fungeranno da importante percorso naturale per le specie che migrano verso nord.

A differenza dell'Occidente, dove gli animali possono muoversi più facilmente in salita, gli Appalachi forniscono uno dei pochi luoghi di rifugio per la maggior parte degli animali situati nelle aree circostanti. Uno degli studi che ha ispirato la mappa ha scoperto che solo il 2% delle terre naturali nella parte orientale del paese ha la connettività necessaria per la migrazione degli animali.

'Gran parte della terra al di fuori della catena montuosa è sviluppata o in agricoltura', ha detto a City Labs Brad McRae, coautore degli studi. “Così, mentre le specie si spostano a nord, gli Appalachi stanno fornendo alcune delle rotte meno sviluppate per il movimento. Forniscono anche un certo sollievo dal clima grazie alla loro elevata elevazione '.

In Sud America, la mappa mostra una tonnellata di migrazione guidata dal clima lungo il bacino amazzonico e nel sud del Brasile.

Fonte: La tutela della natura

La ricerca e la mappa evidenziano la necessità di preservare o ripristinare i 'corridoi della fauna selvatica', tratti naturali di terra che non sono stati ostacolati dallo sviluppo umano in modo che la fauna selvatica possa viaggiare liberamente alla ricerca di nuove case.

'L'aumento della connettività tra le aree naturali migliora davvero la capacità delle piante e degli animali di monitorare il loro clima attuale', ha detto a Climate Central Jenny McGuire, ecologa della Georgia Tech.

Allo stato attuale, la mappa fornisce solo una visione su larga scala di come gli animali migreranno, ma i dati non forniscono dettagli sui singoli animali o sui percorsi locali che prenderanno. Gli autori dello studio sperano di fare ulteriori ricerche per determinare quali sono le aree più bisognose di protezione.