Immagine: Phuongcacanh, Wikimedia Commons

Mentre la maggior parte delle specie di tartarughe marine sono in pericolo, la tartaruga dal guscio molle gigante dello Yangtze è la più minacciata di tutte- con solo tre individui conosciuti rimasti sull'intero pianeta.

Due di queste tartarughe vivono in cattività allo zoo di Suzhou in Cina e una tartaruga selvatica vive a Dong Mo Lake Son Tay ad Hanoi, in Vietnam. Un quarto è stato segnalato morto l'anno scorso, segnando un colpo mortale per la specie nel suo insieme.





La tartaruga dal guscio molle gigante dello Yangtze (Rafetus swinhoei)è anche conosciuta come la tartaruga dal guscio molle gigante del fiume Rosso e in cinese come la tartaruga dal guscio molle maculato. Le loro caratteristiche più distintive includono un muso corto, simile a un maiale e occhi situati dorsalmente. Sono le più grandi specie di tartarughe d'acqua dolce del mondo, misurano fino a quaranta pollici di lunghezza e pesano facilmente oltre 200 libbre.

Queste tartarughe sono endemiche del fiume Yangtze e del lago Tai, con l'ultimo esemplare catturato in natura nel 1998. Si nutrono di una varietà di sostanze vegetali oltre a granchi, lumache, pesci e rane.



Il degrado degli habitat e la caccia hanno contribuito al declino critico della popolazione di questa specie. Sono ricercati per il consumo umano oltre che per l'uso nella medicina alternativa. La costruzione di infrastrutture e dighe idroelettriche lungo il fiume Rosso sono i due principali fattori che contribuiscono alla loro perdita di habitat.

I ricercatori stanno cercando di allevare la coppia che vive in cattività allo zoo di Suzhou, ma gli ultimi tentativi di allevare le tartarughe in cattività non hanno avuto successo. Allo stesso tempo, gli ambientalisti cercano una quarta tartaruga selvatica dello Yangtze che si ritiene viva nella provincia dello Yunnan.



C'è speranza di ricostruire la popolazione delle tartarughe dal guscio molle gigante dello Yangtze, ma gli scienziati hanno ancora molta strada da fare.

Video: