Di recente, è stato riferito che il governo degli Stati Uniti ha approvato un ordine per vietare il download delle app di proprietà cinese TikTok e WeChat. Il divieto entrerà in vigore domani, vale a dire. il 20 settembre, e potrebbe ancora essere revocato dal presidente degli Stati Uniti.

I proprietari di TikTok Bytedance si sono affrettati a risolvere la situazione. Al momento, la società è in trattative con Oracle Corp. e vuole avviare una nuova società chiamata 'TikTok Global', che si occuperà dei vari problemi di sicurezza nazionale che alcuni paesi hanno citato per vietare l'app. Tuttavia, anche altre app potrebbero essere in pericolo, incluse Fortnite e League of Legends.



La società cinese Tencent ha una partecipazione del 40% in Epic Games, il proprietario di Fortnite. Possiede anche Riot Games, la società che ha sviluppato e pubblicato League of Legends su tutte le piattaforme.

Il dipartimento del commercio del governo degli Stati Uniti de-piattaforma TikTok e WeChat e impedirà a tutti i negozi di fornire l'accesso alle due app negli Stati Uniti.

Tuttavia, varie voci suggeriscono che Fortnite e League of Legends potrebbero essere le prossime app a cui si rivolge il governo Trump.

Fortnite è di proprietà di Tencent (Image Credits: Esports Observer)

Fortnite è di proprietà di Tencent (Image Credits: Esports Observer)

Secondo quanto riferito, il governo Trump sta cercando di vietare Fortnite e League of Legends

Verso l'inizio di agosto, il BBC ha riferito che mentre il processo di divieto dovrebbe iniziare con piattaforme di messaggistica e condivisione di video come WeChat e TikTok, anche alcuni giochi potrebbero essere in pericolo. Questo perché Tencent, il multi-conglomerato cinese, ha i suoi tentacoli in una varietà di settori, tra cui giochi, intrattenimento, intelligenza artificiale e altre tecnologie.

Trump potrebbe aver tentato involontariamente, tecnicamente, di vietare i pagamenti finanziari a Riot Games, Epic Games, League of Legends, Valorant, Fortnite e metà dell'industria dei giochi reprimendo Tencent

— Rod Breslavia (@Slasher) 7 agosto 2020

Inoltre, abbiamo già visto l'India vietare PUBG Mobile. Il gioco è di proprietà di PUBG Corporation, originariamente chiamata Bluehole Ginno Games. Tencent ha solo una quota del 10% nella società, ritenuta sufficiente dal governo indiano per vietarla.

Indipendentemente da ciò, quando il governo degli Stati Uniti aveva vietato le transazioni sia su WeChat che su TikTok, la formulazione della dichiarazione faceva credere alle persone che anche Fortnite fosse incluso. Questo perché il testo menzionava Tencent e suggeriva che tutte le transazioni relative a qualsiasi proprietà relativa alla società sarebbero state vietate. Tuttavia, è stato successivamente chiarito che le società di videogiochi non saranno interessate dal divieto.

Le società di videogiochi di proprietà di Tencent NON saranno interessate da questo ordine esecutivo!

Il funzionario della Casa Bianca ha confermato al LA Times che l'EO blocca solo le transazioni relative a WeChat

Quindi Riot Games (League of Legends), Epic Games (Fortnite) e altri sono al sicuro

(in attesa di aggiornamenti)

- Sam Dean 🦅 (@SamAugustDean) 7 agosto 2020

Ora sembra che le cose stiano per cambiare. Ieri, es. il 18 settembre, Bloomberg ha riferito che Epic Games e Riot Games hanno già ricevuto lettere dal Comitato statunitense per gli investimenti esteri. Le società sono state attualmente interrogate sui loro protocolli di sicurezza rispetto al trattamento dei dati personali dei cittadini americani.

Crediti immagine: osservatore sportivo

Crediti immagine: osservatore sportivo

Un vero divieto potrebbe essere lontano, ma sembra che sia Fortnite che League of Legends potrebbero essere i primi due giochi che sopporteranno il peso del governo Trump. Questo dovrebbe essere seguito da giochi come Valorant, anch'esso di proprietà di Riot Games. Di fatto, tutti i giochi di proprietà o in parte di Tencent potrebbero essere sotto esame nei prossimi mesi.