Diversi streamer di Twitch si sono recentemente trovati bannati a causa della rimozione del DMCA a causa di video che sono stati eliminati molto tempo fa.

La rimozione del DMCA ha portato al panico diffuso e alla speculazione, con vari streamer che hanno reagito con manualmente eliminando i propri VOD dalla piattaforma. Questo nonostante Twitch avesse affermato che avrebbero eliminato i contenuti inappropriati da soli.





Tuttavia, ora sembra che anche l'eliminazione di queste clip potrebbe non essere sufficiente per scongiurare ulteriori azioni in merito. Vari streamer come xQc, Devin Nash e AvaGG hanno affermato di aver ricevuto notifiche/scioperi DMCA per contenuti che non esistono nemmeno sui loro canali Twitch.

L'eliminazione o la disattivazione di clip e VOD può essere d'aiuto, ma se non si dispone dei diritti o dell'autorità per utilizzare la musica, si corre il rischio di una richiesta di rimozione da parte dei titolari dei diritti. Consulta le nostre Linee guida DMCA per ulteriori informazioni, incluso come inviare una contronotifica. https://t.co/iAJwxMhEXu



— Supporto Twitch (@TwitchSupport) 20 ottobre 2020

Gli streamer di Twitch ora stanno ricevendo avvertimenti DMCA per i video eliminati anni fa

Lo scandalo DMCA ha portato da solo al panico e alla confusione tra i famosi streamer di Twitch. Diversi streamer usano inavvertitamente musica che non possiedono nei loro stream. Ciò aveva portato a varie richieste di copyright ricevute da Twitch dai proprietari della musica.

Sebbene Twitch avesse affermato che avrebbero eliminato automaticamente i contenuti problematici dalla piattaforma, il processo si è rivelato molto più difficile. In primo luogo, la notifica stessa aveva portato al panico diffuso tra gli streamer, che non erano sicuri di dover eliminare manualmente i propri VOD, considerando quanto promesso da Twitch.



Con alcuni streamer che effettivamente eliminano manualmente i loro VOD, ci sono state ulteriori complicazioni. Vari streamer di Twitch sono stati bannati, anche se sono stati revocati nel giro di poche ore. Tuttavia, sembra che anche l'eliminazione manuale dei VOD potrebbe essere inutile, con molti streamer che hanno ricevuto notifiche DMCA su contenuti che non esistono nemmeno sul loro canale.

Immagine tramite Syndicate, Twitter

Immagine tramite Syndicate, Twitter



I video esistono ancora sui server di Twitch, il che significa che gli streamer possono ancora ricevere una notifica DMCA per loro anche se hanno eliminato il contenuto dai loro canali.

Beh, sembra così. Ma vorrei anche presumere che l'eliminazione di tutte le tue cose sia quasi la tua dovuta diligenza per dimostrare che hai provato e potrebbe aiutarti alla fine. Non sono sicuro che sia giusto però @DevinNash



— Jake'n'Bake @ LA 🇺🇸 (@jakenbakeLIVE) 6 novembre 2020

Alcuni noti streamer, come Devin Nash, hanno parlato del problema. Devin è andato avanti e ha accusato Twitch di non proteggerli mentre dovevano eliminare le loro 'eredità'.

Gli streamer vengono ANCORA sottoposti a DMCA per le clip/VOD che hanno eliminato. Come mai? Sono ancora sul server di Twitch anche se li hai eliminati. Di seguito sono riportate le mie clip eliminate. Eppure eccone uno che hanno conservato dal 2016: https://t.co/MWIK9xC0hT Abbiamo cancellato tutta la nostra eredità e Twitch continua a non proteggerci. pic.twitter.com/pXUmFXwTPL

— Devin (@DevinNash) 6 novembre 2020

Twitch sembra aver affrontato la questione DMCA in modo altamente problematico, con gli streamer rimasti perplessi su cosa dovrebbero fare per sopravvivere alla situazione.