Immagine: Bernard Dupont tramite Wikimedia Commons

E pensavi che allevare neonati umani fosse dura!

In Europa, Africa e Asia,Stegodyphusragniriprodursi in grandi nidi che ospitano numerose famiglie di ragni.





Tra questi, una specie originaria del Sud Africa,Stegodyphus dumicola,nutrire i loro piccoli in un modo piuttosto raccapricciante.

Poiché le femmine impiegano più tempo a maturare rispetto ai maschi, solo il 40% circa delle femmine si riproduce. Quelle che non lo fanno - chiamate femmine vergini - aiutano intorno al nido, partecipando alla cura comunale dei bambini.



Immagine: Spiderlab Aarhus University

È un lavoro ingrato; quando le uova si schiudono, le madri e le femmine vergini nutrono i ragni sputando un fluido ricco di sostanze nutritive. Il processo di produzione del fluido, tuttavia, essenzialmente liquefa gli organi interni del ragno femmina. Mentre si avvicina alla morte, i piccoli ragni la sciameranno e inizieranno a mangiarla viva.

Il processo - chiamato matriphagy, o alimentazione materna - è raro in natura e ancora più raro nel mondo dei ragni. La maggior parte delle specie di ragni si disperde quasi immediatamente dopo la schiusa e vive vite solitarie. Solo circa il tre percento di tutte le specie di ragni conosciute partecipa al tipo di riproduzione cooperativa che si trova inStegodyphus dumicola.



Sebbene la matrifagia sia rara, Jo-Anne Sewlal, una collega della Zoological Society of London, dice al National Geographic che è semplicemente il costo della sopravvivenza.

'Anche se può sembrare impensabile per un bambino cannibalizzare sua madre', dice Sewlal, 'è importante capire che la matrifagia si è evoluta nel corso di molte generazioni per essere il mezzo più efficace per garantire la sopravvivenza della specie'.



Orologio:



GUARDA IL PROSSIMO: Australian Redback Spider Eats Snake