Immagine: P.Lindgren, Wikimedia Commons

A differenza delle passate estinzioni di massa, che sono state tipicamente causate da disastri naturali,gli scienziati confermano che gli esseri umani sono responsabili dell'attuale eradicazione delle specie del nostro pianeta.

I ricercatori lo stimano dozzine di specie si estinguono ogni giorno, portando forse alla peggiore estinzione su larga scala dai dinosauri e alla sesta estinzione di massa negli ultimi mezzo miliardo di anni.



Mongabay riferisce che gli esseri umani stanno spazzando via le specie dal pianeta a una velocità almeno 100 volte superiore rispetto ai livelli storici. E questo si basa su dati altamente conservativi, messi insieme di recente nella rivistaI progressi della scienza.

L'aspetto più duro di questa ricerca è il fatto inevitabile che l'impatto umano è la causa ultima di questa crisi. Il degrado degli habitat, l'esaurimento delle risorse e l'inquinamento sono tutti aspetti che contribuiscono al cambiamento climatico, che è il fattore trainante di questo evento.

Immagine: Yathin S. Krishnappa

Una popolazione in crescita e problemi correlati, comprese le specie invasive, stanno impoverendo la biodiversità. Il mondo vivente inizialmente ha impiegato milioni di anni per diversificarsi e il ritmo accelerato con cui stiamo invertendo questa tendenza è una minaccia imminente per l'umanità.

E tutto questo si basa su dati conservativi- la gravità della situazione è molto più grave. I dati IUCN pubblicati in uno studio inBiodiversità e conservazionecorrisponde alle conclusioni svelate dalla ricerca pubblicata inI progressi della scienza. Gli scienziati stanno esprimendo crescenti preoccupazioni perché la finestra per agire sta diventando sempre più piccola.

“Evitare una vera sesta estinzione di massa richiederà sforzi rapidi e notevolmente intensificati per conservare le specie già minacciate e per alleviare le pressioni sulle loro popolazioni, in particolare la perdita di habitat, il sovrasfruttamento per guadagni economici e il cambiamento climatico. Tutti questi sono legati alla dimensione e alla crescita della popolazione umana, che aumenta il consumo (soprattutto tra i ricchi) e alla disuguaglianza economica. Tuttavia, la finestra di opportunità si sta rapidamente chiudendo ', gli autori dello studio dichiarato nelI progressi della scienza.

Video: