Una piccola popolazione di minuscoli coccodrilli arancioni vive nelle grotte della foresta pluviale in Gabon.

Conosciuti come coccodrilli nani (Osteolaemus tetraspis), questa specie africana raggiunge solo una media di 4,9 piedi di lunghezza e pesa tra i 40 ei 70 libbre. A causa delle loro piccole dimensioni, la maggior parte della loro protezione proviene da un collo, una schiena e una coda fortemente corazzati. Hanno anche osteodermi (depositi ossei) sulla pancia e sulla parte inferiore del collo.

Nel 2010 explorer Olivier Testa faceva parte della spedizione nel sistema di grotte di Abanda in Gabon a seguito di un suggerimento che una popolazione di coccodrilli nani viveva lì.



Mentre alcune specie di coccodrilli fuggiranno sottoterra durante i periodi di siccità, questi animali sono residenti nelle grotte a lungo termine.

Foresta pluviale del Gabon, Immagine: Axel Rouvin

Questa popolazione può rimanere nelle grotte a tempo indeterminato a causa della pletora di grilli e pipistrelli che risiedono lì, secondo l'esperto di coccodrilli Matthew Shirley del Rare Species Conservatory Foundation . I pipistrelli cadono letteralmente dal soffitto nell'acqua per il pasto più facile del mondo.

A causa di questa sovrabbondanza di facile alimentazione, questi coccodrilli sono in condizioni eccellenti, persino migliori delle loro controparti forestali. Nonostante ciò, la popolazione è relativamente piccola, probabilmente intorno ai 50.

Gli esperti hanno notato che man mano che si addentravano nella grotta, i maschi erano più pallidi e di un arancione più luminoso. Il motivo della loro tonalità arancione non è quello che potresti aspettarti. La colorazione unica è il risultato dei coccodrilli che nuotano nella grande quantità di guano di pipistrello nell'acqua. Non possiamo inventare questa roba.

Immagine: David Black

Il guano di pipistrello rende l'acqua basica, che erode la pelle e ne cambia il colore.

Anche se questi coccodrilli sotterranei l'hanno fatto nella grotta, hanno bisogno di mantenere il contatto con il mondo esterno durante la stagione delle piogge. Sfortunatamente, i coccodrilli delle caverne non sono in grado di riprodursi all'interno delle grotte.

Shirley ha spiegato a New Scientist , 'È una questione di ecologia nidificante: hanno bisogno di grandi montagne di vegetazione in decomposizione per deporre le uova.'

Dopo la stagione delle piogge, i coccodrilli tornano nelle grotte con la loro prole.

I ricercatori che analizzano le prove genetiche hanno rivelato che questi coccodrilli si stanno separando dai loro parenti che vivono all'aperto. Questi studi hanno dimostrato che i coccodrilli delle caverne si distinguono come un gruppo genetico isolato, dopo aver deviato migliaia di anni fa.