Dopo quasi sette anni dal suo sviluppo, il pubblico di tutto il mondo ha finalmente avuto la possibilità di continuare la storia in The Last of Us Part II. Dopo un noioso ciclo di sviluppo di test che è stato afflitto da battute d'arresto, Naughty Dog ha prevalso e ha prodotto un gioco che ha definito la generazione in The Last of Us Part II.

Le aspettative e il clamore dietro il tanto atteso sequel non potevano essere sopravvalutate. Dare seguito a quello che è considerato uno dei giochi più belli dell'era moderna non è un'impresa facile per nessuno sviluppatore.





The Last of Us non è stato solo uno dei giochi più venduti su PS3 e successivamente su PS4, ma anche uno dei giochi più acclamati dalla critica nella storia dei giochi.

Molte persone pensavano che la fine di L'ultimo di noi era il più definitivo possibile e sentiva che un sequel era ingiustificato. Per molti giocatori, il finale del primo gioco ha avvolto le cose in modo abbastanza magistrale e non ha lasciato spazio per un sequel.



Tuttavia, i fan sono rimasti piacevolmente sorpresi quando Naughty Dog ha rilasciato il trailer di The Last of Us Part II, ma alcuni avevano ancora delle riserve sul fatto che fosse necessario un sequel per una narrazione così magistralmente creata.

Ci sarà un Last of Us Part III?

Gioele. Tommy ed Ellie Joel riposano in The Last of Us Part II

Gioele. Tommy ed Ellie



The Last of Us Part II si è concluso con una nota abbastanza definitiva e i giocatori sentono che la possibilità di un sequel sembra improbabile e non necessaria.

Ricapitoliamo ciò che è effettivamente accaduto nel finale di The Last of Us Part II e scopriamo se c'è spazio anche per un sequel.



Abby ed Ellie [ATTENZIONE SPOILER]

Alla fine del gioco, dopo la battaglia climatica tra Abby ed Ellie, entrambi i personaggi si separano e la loro saga si conclude. Con Ellie che ha scelto di abbandonare la sua vendetta e ha lasciato vivere Abby e quest'ultima sulla strada per le lucciole.



Ellie si allontana verso il tramonto, lasciando dietro di sé una casa vuota e il regalo di Joel a Ellie (la chitarra) e la sua destinazione è sconosciuta al musicista. Forse potrebbe tornare a Jackson, o semplicemente camminare nel deserto per trovare uno scopo nel nuovo mondo.

di Abby il destino sembra avere più di una chiusura definitiva, con il suo ricongiungimento con le lucciole insieme a Lev. Il suo viaggio giunge al termine dopo che ha reclamato la sua umanità attraverso Lev e lasciando che Ellie sopravvive .

Sembra che ci sia poco spazio per un sequel che continua la storia di Ellie poiché nessuna trama possibile sembra emergere qui. Inoltre, i giocatori preferirebbero di gran lunga credere che Ellie sia tornata a Jackson per vivere una vita tranquilla.

'Non c'è Last of Us senza Joel ed Ellie'

Neil Druckmann, in molte interviste, ha affermato che non esiste Last of Us senza Joel ed Ellie. I giocatori si sono spesso chiesti se Naughty Dog potesse esplorare altre storie dal mondo di L'ultimo di noi , forse anche continuando la storia di Abby.

Ma, per Neil Druckmann, Joel ed Ellie sono il fulcro della storia, e non sembrerebbe giusto senza l'inclusione di entrambi. Naughty Dog è stata in grado di creare un mondo meraviglioso, pieno di possibilità di raccontare altre storie.

Tuttavia, la possibilità di un titolo spin-off come Uncharted: The Lost Legacy come DLC potrebbe essere apprezzata dai fan. I fan hanno chiesto a lungo di dare un'occhiata alla storia di Joel e Tommy prima che il primo incontrasse Ellie.

I 25 anni trascorsi da Joel e Tommy sopravvivendo nel mondo brutale di The Last of Us sono stati oggetto del fascino di molti giocatori. Forse un DLC o un titolo spin-off con Joel e Tommy sarebbe molto apprezzato, ma sembra improbabile.

Joel è sepolto nel sequel.

Joel è sepolto nel sequel.

L'intervista di Neil Druckmann con GQ e il successo finanziario di The Last of Us

Neil Druckman, Game director di The Last of Us e Part II (image credits: pdvg.it)

Neil Druckman, Game Director di The Last of Us e Part II (image credits: pdvg.it)

Dato il successo di The Last of Us, sia commerciale che critico, ha senso solo (finanziariamente) che Naughty Dog elabori un sequel. in an intervista a GQ riguardo alla possibilità di un sequel, Neil Druckmann ha detto:

'Quando inizi a concludere le cose, creativamente ci sono sempre meno responsabilità e la mia mente non può fare a meno di pensare alla prossima cosa. Quindi, sì, la prossima cosa potrebbe essere unParte III, la prossima cosa potrebbe essere un nuovo IP.'

Visualizza questo post su Instagram

Ehi Naughty Dogs... abbiamo fatto bene. T-6!

Un post condiviso da Neil Druckmann (@druckmann) il 13 giugno 2020 alle 15:01 PDT

Anche se questo non è concreto ed è semplicemente lui a suggerire la possibilità di un seguito che emerge nella sua mente verso la fine dei cicli di sviluppo. Significa anche che Naughty Dog ha già gli occhi puntati sul prossimo progetto.

Visualizza questo post su Instagram

Hai bisogno di qualcosa di nuovo da ascoltare? La colonna sonora #TheLastofUsPartII dell'incomparabile @GustavoSantaolalla e @MacQuayle è ora disponibile sui servizi di streaming musicale!

Un post condiviso da Cane cattivo (@naughty_dog_inc) il 19 giugno 2020 alle 11:01 PDT